TAVOLATA SENZA MURI


"S
iamo uomini e donne provenienti da strade ed esperienze diverse, ma uniti dalla convinzione che lo scautismo è una strada di libertà per tutte le stagioni della vita e che la felicità è servire gli altri a partire dai più piccoli, deboli ed indifesi.
"

 dal Patto Comunitario del MASCI

TAVOLATA SENZA MURI

Pubblicato: Martedì, 30 Ottobre 2018
Si è tenuta a Roma sabato 20 Ottobre, la prima “Tavolata Romana senza muri”, organizzata da FOCSIV e il Municipio 1 Centro Storico di Roma Capitale. In collaborazione con, FERPI,  INTERSOS e MASCI, l'iniziativa ha raccolto la partecipazione di 96 realtà, associative della regione.
"Torniamo a trovarci intorno a un tavolo per parlarci e conoscerci l'un l'altro", dice Gianfranco Cattai Presidente di FOCSIV. Una tavolata di ben 270 metri è stata imbandita in via della Conciliazione a Roma, proprio di fronte a Piazza San Pietro, che ha visto insieme oltre 700 persone, per consumare un pranzo frugale, condividendo un pensiero comune, che Roma da 2700 anni condivide, integra, include, mescola culture, tradizioni, lingue, storie e cibi nessuno escluso.
Grazie all’impegno di oltre 200 i volontari, che con il loro lavoro hanno reso possibile l’iniziativa, si è svolto tutto nel migliore dei modi, tra loro sono stati circa 70 gli Adulti Scout del MASCI regionale, in rappresentanza di tutto il Movimento nazionale, sapientemente coordinati da Mario Canuzzi, Magister della comunità Roma 7, il quale ha seguito l'organizzazione dell'evento dai primi momenti complicati per le autorizzazioni, fino all'organizzazione dei volontari sul campo. Presenti tra gli altri Luigi Cioffi e Carlo Bertucci, rispettivamente Segretario Nazionale del MASCI e Regionale del  MASCI Lazio.
“In un momento storico così difficile, in cui molti soffiano sul fuoco della paura, alimentando l’intolleranza e il razzismo, noi abbiamo deciso di dare un segnale forte per far capire da che parte stiamo. Dalla parte del dialogo e della solidarietà con chi ha di meno, di chi cerca lontano dalla sua patria una possibilità di vita migliore. E abbiamo deciso di farlo con un gesto altamente simbolico, come quello di condividere il cibo” Per riaffermare con forza l’idea che Roma debba mantenere il suo carattere di città aperta all’accoglienza, che non ha paura delle differenze di cultura o di religione ma le considera una ricchezza”. Questo ha affermato Sabrina Alfonsi, la Presidente del Municipio Roma I Centro.  Ed Ancora Cattai del FOCSIV “Condivisione, convivenza, cittadinanza sono le parole per riaffermare i valori che sono alle radici del nostro operare, nella piena consapevolezza che un altro mondo più giusto, equo, più umano è possibile”.  “Il superare l'io ed il tu ed il tempo del però. In un'unica prospettiva quella di una sola Umanità nella stessa Casa comune”. Nel corso della manifestazione è stata letta la lettera della Presidente della Commissione Europea, Federica Mogherini, con l’apprezzamento per l'iniziativa. Sono giunti inoltre anche i saluti del Santo Padre Papa Francesco.

 

Visite: 23