Comunità Roma 19: impegno per Migranti e Rifugiati.


"S
iamo uomini e donne provenienti da strade ed esperienze diverse, ma uniti dalla convinzione che lo scautismo è una strada di libertà per tutte le stagioni della vita e che la felicità è servire gli altri a partire dai più piccoli, deboli ed indifesi.
"

 dal Patto Comunitario del MASCI

Comunità Roma 19: impegno per Migranti e Rifugiati.

Pubblicato: Giovedì, 18 Maggio 2017
migranti no bossi finiLa Comunità Roma 19, ha scelto, quale percorso di educazione permanente, le "Nuove Povertà", e tra queste, proprio il tema della Migrazione per capire i driver del fenomeno, gli scenari politici del contesto per arrivare poi a definire il nostro"che fare" comunitario.
Per cogliere tutti gli aspetti e sfaccettature del "tragico" fenomeno della Migrazione ovvero di Chi fugge dalle guerre, dalle persecuzioni e dalla miseria, di Chi ad una morte certa è costretto a sceglierne una probabile, di Chi si vuol dare, anche se piccola, una speranza di Vita normale, come Comunità abbiamo individuato la strada del confronto. Abbiamo così incontrato: il Centro Astalli, Welcome Refugees, il Consiglio Italiano dei Rifugiati (CIR). Tutte realtà molto impegnate nel dare risposte concrete alle problematiche connesse al fenomeno sia della I^ che della II^ accoglienza. Abbiamo anche incontrato Rappresentanti del I^ Municipio di Roma Capitale per valutare la possibilità di un lavoro comune per l'Integrazione di Migranti e Rifugiati.
Come Comunità riteniamo che, oltre l'impegno personale di servizio, ci possa e ci debba essere una dimensione comunitaria d'impegno "sociale" per incidere "Politicamente" sul fenomeno, una volta che dai Paesi di origine, attraverso gli "hotspot", raggiunga le Realtà Cittadine. Parliamo anche di un impegno sociale riferito ai "corridoi umanitari" e di sostenibilità allo sviluppo dei Paesi di provenienza dei Migranti/Rifugiati. 
La complessità della problematica della Migrazione evidenzia tanti spazi di lavoro. Basta volerli percorrere e non solo parlarne. E certamente l'Accoglienza/Integrazione Sociale dei Migranti/Rifugiati è uno dei temi su cui il Masci e l'Agesci possono fare molto.
Come anche il contributo che sia il MASCI che l'Agesci possono dare per far comprendere il lato umano del fenomeno della Migrazione, per farlo conoscere nella sua drammaticità e nelle sue speranze e soprattutto per le possibili soluzioni locali/territoriali di Accoglienza/Integrazione che possono essere individuate e offerte. Riteniamo anche che la tematica della Migrazione debba essere affrontata sviluppando una rete ed un sistema di alleanze tra tutti coloro, Istituzioni, Associazioni o Movimenti che operino per il bene primario del rispetto, dell'accettazione e della dignità della Persona a qualunque Religione o Etnia appartenga.
E i valori dello Scoutismo ci sostengono in questo impegno. La Comunità Roma 19 ha in corso l'elaborazione di un programma di lavoro sul tema dell'Immigrazione. Tra gli obiettivi, ti anticipo quello di interessare il MASCI e l'Agesci Lazio nell'organizzazione di un Convegno dal titolo "Il Lazio e la Migrazione: che fare? Lo Scoutismo dalla parte degli Ultimi".
Il Convegno potrebbe essere l'occasione per coinvolgere la Chiesa di Roma, Istituzioni, Associazioni e Movimenti sulle soluzioni "concrete e locali/territoriali" da adottarsi ai fini dell'Accoglienza e dell'Integrazione dei Migranti/Rifugiati e potrebbe anche costituire un'opportunità di rilancio dei temi e della stessa Petizione MASCI e del grande valore e significato delle oltre 30.000 firme raccolte.
Queste ed altre idee di lavoro saranno definite dalla nostra Comunità entro il mese di giugno prossimo per essere condivise con la Regione Lazio MASCI alla ripresa delle attività regionali nel mese di ottobre. Quanto ti ho scritto, vuole essere un contributo ed un sostegno al lavoro che stai facendo. Spero che possa esserti di utilità.
Buona strada.
Vincenzo Saccà, Magister Roma 19
Visite: 850